Audi A8 & Audi A4. Goodnight to the Tin Man

Scrivo questo post perché mi è capitato oggi di leggere due articoli su due diverse campagne Audi, e giuro che non sono assolutamente in cerca di un auto. :D
Trattano uno il lancio dell’Audi A4 sul mercato spagnolo, l’altro del lancio dell’Audi A8 su quello americano (preludio di quello che sarà la campagna che la casa automobilistica tedesca metterà on air in occasione del Super Bowl per contrastare la presenza di Mercedes). Il primo realizzato dalla DDB di Barcellona, l’altro dall’americana Venables Bell & Partners. Mi hanno colpito in particolare per l’estrema professionalità stavolta non dei creativi, ma dei commitenti. Com’è noto per coloro di noi che hanno avuto la possibilità di lavorare per grandi aziende (soprattutto nell’ambito visual) bisogna seguire dei manuali d’uso durante realizzazioni delle creatività. Vadevecum che contengono delle linee guida univoche comunicate da un’azienda ai vari fornitori al fine di allineare le creatività. Ci sono marchi molto importanti che però prima redigono questi manuali, poi li relegano a ruolo di “letture consigliate” di universitaria memoria. Qui invece mi ha colpito proprio il fatto di come questa grandissima azienda, con sedi in tutto il mondo, riesca a produrre creatività perfettamente allineate anche se prodotte ai lati opposti del globo. Questa è per me una grande dimostrazione di professionalità e serietà.
Entrambi questi video infatti esprimono in due declinazioni diverse un unico credo: la tecnologia al servizio dell’emozione. Il primo video titolato “Goodnight”, realizzato con un esperto uso della Camera 3D, cerca di andare a rompere l’attaccamento ai ricordi nostalgici del consumatore. Con tanto di farewell to the stuffy Mercedes. Secondo Scott Keogh, chief marketing officer di Audi America, l’obiettivo è ri-stabilire un nuovo canone di realizzazione personale attraverso oggetti di lusso altamente tecnologici, dal design sofisticato e dalle prestazioni senza paragoni, in grado di farli emergere dalla folla.

Il secondo video invece, riguarda un altro prodotto del pacchetto Audi, la A4. Qui il concept è guidato da una parte copy più ricercata: We all look up to someone (Tutti ammiriamo qualcuno). Anche in questo caso, la nostalgia del passato (rappresentato dal vecchio robot e la mini utilitaria) è scalzata via dal progresso (umanoide) in grado di prestazioni eccellenti (la corsa), unite all’eleganza e raffinatezza (l’abilità di suonare il violino). Inoltre, il video è piacevolmente accompagnato da un ritornello celebre nella storia del cinema che ho trovato particolarmente azzeccato, sia per il contesto  in cui si inserisce che per i contenuti stessi del testo del motivetto. Chi si ricorda di quale film si tratta?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...